Suggerimenti e Consigli Utili

Ci pregiamo sottoporre alla Vostra attenzione alcuni consigli e suggerimenti per un acquisto Oculato del serramento.
Non si Vende. La Finestra Ma:
Sicurezza/Estetica/Funzionalità
Sicurezza/Resistenza/Estetica
Estetica/Funzionalità/Sicurezza
In Particolare
 
NON SI VENDE                               MA
Il design della Finestra                     L'Ammirazione dei Vicini e delle Amiche
La Ferramenta                                La Sicurezza che Offre la Facilità dei Comandi
L'Isolamento                                   Il Caldo in Inverno,il Risparmio Energetico 
Le Guarnizioni                                  Niente Spifferi,no Polvere in Casa
Il Vetro Camera                               Tranquillità nelle Stanze,Risparmio Energetico     

 


Finestre Tipologie Aperture

 Quando si sceglie la finestra (o meglio la portafinestra) per il balcone o il terrazzo o anche per l’affaccio su un guardino, diverse sono le possibilità anche per quanto riguarda la tipologia di apertura dell’anta. Vediamole, con le rispettive caratteristiche.
Apertura a battente
È l’apertura classica: le ante sono incernierate al telaio su uno dei lati verticali e si aprono verso l’interno. Il vantaggio di questa apertura è la possibilità di aprire completamente la finestra, in modo da dare maggiore aerazione.
Apertura a ribalta
L’apertura a ribalta è detta anche a vasistas. E’ caratterizzata dalla cerniera di apertura sul lato orizzontale, in alto o in basso. La finestra con questo tipo di apertura, una volta aperta, risulterà obliqua e permetterà l’aerazione dei locali, ma non l’affaccio verso l’esterno. L’apertura a ribalta può essere disponibile in alcuni modelli di finestre, combinata con l’apertura a battente.
Apertura a bilico
Anche con questo tipo di apertura la finestra aperta risulta obliqua, l’unica differenza è che non si apre su un lato orizzontale della finestra, ma gira su un perno posto al centro del telaio, aprendosi sul suo asse orizzontale oppure verticale. Tale apertura è di solito utilizzata nei lucernari dei sottotetti e nelle abitazioni quando esistono facciate continue a vetro. Il perno centrale deve essere dotato di un fermo, per evitare il ribaltamento completo dell’anta.
Apertura a saliscendi
Detta anche a ghigliottina o traslante, permette di aprire solo una metà del serramento, che scorrerà sull’altra metà che è fissa. L’apertura a saliscendi permette di risparmiare molto spazio, ma è difficile da tenere pulita. Tuttavia alcuni modelli consentono lo sganciamento dell’anta fissa, per consentirne la pulizia. Questa soluzione è molto valida per finestre installate sopra il lavello della cucina.
Apertura scorrevole
I lati orizzontali delle finestre con ante scorrevoli sono dotati di binari in cui scorrono appunto le ante. L’apertura scorrevole permette un risparmio notevole di spazio ed è adatta per le finestre grandi e per le portefinestre. L’unico svantaggio è di non poter aprire completamente il vano finestra, a meno che non si tratti di un modello scorrevole a scomparsa; in questo caso esiste una fessura nel muro che ospita l’anta che scorre sul binario, la quale scompare totalmente alla vista una volta aperta.
Apertura a libro
E’ un tipo di apertura utilizzato soprattutto nelle portafinestre o nelle finestre di grandi dimensioni, poichè permette anch’esso di risparmiare spazio quando la finestra viene aperta. Per quanto riguarda le finestre da applicare sui tetti, per mansarde o solai, bisogna utilizzare finestre di dimensioni ridotte oppure oblò per le pareti, mentre i lucernari sono adatti allo spiovente del tetto.

 

 

↑ Torna su

Guida all'acquisto

La prima regola da seguire per fare un acquisto ponderato è non lasciare nulla al caso ed esaminare attentamente ogni aspetto. Affidatevi a un rivenditore di fiducia che sappia consigliarvi al meglio. Un rivenditore col quale instaurare un rapporto franco, preciso e trasparente, per evitare in seguito spiacevoli inconvenienti. Il detto “patti chiari, amicizia lunga” è sempre valido.

Abbiamo raccolto alcuni consigli e suggerimenti utili per valutare gli aspetti fondamentali e raggiungere quindi il vostro obiettivo: scegliere le migliori soluzioni per la vostra casa.

Caratteristiche e prestazioni del prodotto

Una scelta oculata non può prescindere da un’informazione chiara e dettagliata del prodotto:Caratteristiche e prestazioni certificate del serramento, con particolare riguardo ai livelli di isolamento termico e acustico. Con il preventivo, richiedere la “Dichiarazione di certificazione energetica di prodotto” che riporta la trasmittanza termica, la classe di permeabilità all’aria e la trasmissione luminosa del serramento, oltre alla trasmittanza termica del vetro installato.Caratteristiche e prestazioni della vetrocamera.Il livello di sicurezza contro i tentativi di effrazione.Accessori in dotazione e loro caratteristiche.Prezzo. Diffidate delle cifre troppo basse o delle condizioni troppo vantaggiose. La giusta qualità si accompagna al giusto costo.Garanzia. Si tratta di un aspetto molto importante. La legge obbliga il venditore a garantire un determinato prodotto per un periodo di 24 mesi.


↑ Torna su

Materiali dei Serramenti

I serramenti sono in genere prodotti in vari materiali: alluminio, PVC e legno, combinabili tra loro a seconda delle esigenze e del gusto personale. Solitamente i materiali abbinati sono il legno per l’interno, con alluminio per l’esterno, oppure l’alluminio all’esterno combinato al PVC all’interno. Le caratteristiche principali dei materiali utilizzati sono le seguenti:

LEGNO: il legno, da sempre materiale nobile, è diffuso in ogni essenza e garantisce al serramento, un notevole senso estetico, anche se necessita di manutenzione. Perché durino nel tempo, le finestre in legno vanno revisionate ogni anno: a causa dei movimenti di assestamento del materiale infatti, soprattutto nei primi anni, il sistema di aggancio dell’anta al telaio può allentarsi e va quindi revisionato con cadenza annuale. Inoltre il legno va riverniciato ogni 3 o 4 anni se le finestre sono molto esposte al sole ed ad altri agenti atmosferici.

ALLUMINIO: l’alluminio è un metallo molto leggero e solido. Oggi è utilizzato nella produzione di serramenti di ogni tipo e stile e consente la realizzazione di infissi sagomati e di grandi dimensioni. Per garantire un isolamento termoacustico, si ricorre alla tecnica del taglio termico, che consiste nell’inserimento tra l’interno e l’esterno del trafilato di un listello di un materiale speciale quale barriera al calore e al rumore. L’alluminio a differenza del legno subisce minori alterazioni pertanto non richiede una particolare manutenzione.

LEGNO-ALLUMINIO/ALLUMINIO-LEGNO: prodotto di recente concezione tecnica, caratterizzato dall’unione di due materiali per garantire robustezza e durata coniugata alle caratteristiche di calore e design del legno che viene impiegato nella parte interna dell’infisso. Unisce la solidità della struttura in alluminio al calore e all’eleganza del legno che, all’interno dell’abitazione, costituisce elemento di arredo.

PVC: i serramenti in PVC sono costituiti da profilati cavi, giuntati tramite saldature, che offrono elevate proprietà di impermeabilità, isolamento acustico e termico. Esteticamente il PVC può essere rifinito con pellicole goffrate, che gli conferiscono un aspetto simile al legno, con verniciatura o con materiale acrilico; è un materiale molto facile da pulire, è sufficiente infatti un detergente per i vetri. Il PVC è utile perché inattaccabile dagli agenti atmosferici. E’ un serramento molto diffuso nel nord Europa per la sua bassa trasmittanza termica.

↑ Torna su

Ventilazione degli Infissi

I Vostri nuovi Infissi hanno elevate prestazioni di tenuta all'aria ed all'acqua richieste anche dalle Normative sul risparmio energetico.
La mancanza di ricambio dell'aria tra l'interno e l'esterno dei locali causa l'aumento del grado di umidità relativa che agevola la formazione della condensa.

Altre fonti che aumentano l' umidità nelle abitazioni sono:bollitura dell'acqua, cottura di cibi, doccia, bucato, piante ornamentali, affollamento dei locali, ecc. L' aria umida si deposita sui materiali come infissi, vetri, piastrelle, ecc. sotto forma di condensa e sulle pareti sotto forma di muffe e macchie.
Per contenere questo fenomeno occorre seguire delle semplici operazioni:
Locali con riscaldamento acceso: aprire completamente la finestra per circa cinque minuti più volte al giorno.
Locali con riscaldamento spento: aprire parzialmente la finestra secondo l'utilizzo.

↑ Torna su

© 2012 Marconi Lavorazione Metalli di Nello e Silvano Marconi e C. Snc - Sede Legale Via Barletta, 1 Tre Cancelli 00048 Nettuno (Roma)   Email: info@marconilav.it  Tel.: 069858238   P.I.: 01558011001 Cod.Fiscale 06480650586
Marconi Lavorazione Metalli Snc Via Barletta, 1 Tre Cancelli - 00048 Nettuno (RM) Partita I.V.A.: 01558011001 C.F.: 06480650586
Terms & Privacy       Realizzazione Sito e Web Marketing Tredweb S.r.l.